figure professionali ecommerce

Quando si lancia un progetto e-commerce si tende sempre a voler fare tutto da solo. Molti pensano che con un minimo di competenze nell’ambito della programmazione, social media e advertising si riesca a gestire tutte le varie operatività che richiede un negozio online.

Niente di più sbagliato!

Le operatività in un e-commerce sono molte e la problematica più importante è che ci vogliono figure specializzate per gestirle al meglio. Mi spiego meglio.

Tutte le persone sono in grado di gestire la contabilità di uno shop online?

Tutte le persone sono in grado di ottimizzare un sito lato SEO?

Tutte le persone sono in grado di gestire campagne di advertising ?

La risposta è: ovviamente no! Per svolgere al meglio tutte queste attività bisogna affidarsi a persone esperte e navigate. Perché un conto è conoscere la SEO ma tutt’altra cosa è saper creare contenuti in ottica SEO. Lo stesso vale per l’advertising, la gestione dei social e tante altre attività.

La gestione di un e-commerce prevede lo svolgimento di tutta una serie di attività. Qui ne ho raggruppate una buona parte:

Programmazione

Spedizioni

Magazzino

Creazione contenuti

Gestione social

Advertising

SEO

Contabilità

Marketing automation

Customer care

Acquisti

Resi

Ipotizziamo che tu imprenditore possieda tutte le competenze per gestire queste attività. Riusciresti a gestirle giornalmente? Probabilmente si anche se io ne dubito fortemente. Forse nella fase iniziale riusciresti a districarti tra tutti questi lavori ma col tempo la fatica e lo stress prenderebbero il sopravvento e quindi finiresti per tralasciare qualcuna di esse. Ma noi sappiamo bene che per crescere e scalare velocemente bisogna correre e quindi viene fuori la necessità di assumere persone in grado di svolgere queste mansioni.

So cosa stai pensando: ma come faccio ad assumere una persona per ogni ruolo? Se stai lanciando un e-commerce ti consiglio di iniziare assumendo 2/3 figure interne ed esternalizzando tutte quelle attività “meno importanti” a web agency o freelance.

Quali figure non possono mancare in un e-commerce

Ecommerce Manager

Spesso è l’imprenditore stesso a ricoprire questo ruolo. L’e-commerce manager è colui che si occupa di tutte quelle attività preliminari al lancio dello shop (business plan, analisi dei competitor, analisi del settore), della strategia e analisi dei dati, accordi con i corrieri, fornitori, strategie di pricing. Nel caso in cui il team si molto piccolo si dovrà occupare anche della creazione dei contenuti. Inoltre è lui che coordinerà il resto del team e dovrà far rispettare tutte le varie tempistiche.

Programmatore

È la figura chiave del team. Si occupa dello sviluppo, mantenimento e ottimizzazione della piattaforma e di tutte le varie integrazioni con software e servizi esterni. Puoi anche scegliere di affidarti ad una web agency esterna ma dovrai sottostare alle loro tempistiche che spesso si rivelano molto lunghe. Assumendo un programmatore interno riuscirai a crescere e scalare molto più velocemente e poi ricorda che un sito web va sviluppato costantemente.

Customer care

La figura del Customer care la ritengo fondamentale in un progetto e-commerce. Nella fase iniziale, quando l’e-commerce è poco conosciuto e c’è diffidenza verso il brand, questa figura serve a rassicurare i potenziali clienti tramite supporto telefonico, chat o via mail. Queste interazione permettono inoltre di avere feedback diretti dai vari utenti/clienti che servono per ottimizzare il servizio in modo tempestivo. La figura del customer care si occuperà anche del post vendita e quando il team è ancora piccolo potrebbe occuparsi dell’aggiornamento del catalogo e dei social.

Queste 3 figure con una corretta suddivisione delle mansioni dovrebbero riuscire a gestire e sostenere un e-commerce con grossi fatturati a patto di automatizzare diversi processi interni. Ad esempio resi, chiamata del corriere, tracking number, deve essere completamente automatizzato. In questo modo si riesce ad avere una struttura molto snella e si evita di perdere tempo con attività ricorrenti.

Quali figure esternalizzare (almeno nella fase iniziale)

Ci sono mansioni (molto importanti) che in una fase iniziale potrebbero essere affidate a freelance o web agency per poi assumere figure interne solo una volta raggiunti determinati obiettivi.

  • SEO: L’attività di posizionamento SEO dovrebbe essere svolta fin dal lancio di un progetto e-commerce. Serve a sostenere lo shop nel medio lungo periodo ed è un’attività che deve essere svolta in modo costante. I professionisti SEO (quelli veri) sono pochi e assumerne uno costa.
  • Gestione Social: Anche questa attività dovrebbe essere svolta fin dal lancio (anzi forse è meglio iniziare prima) dell’e-commerce specialmente quelli B2C. Le persone passano molto tempo sui social network quindi bisogna presidiare questi canali e cercare di costruire una community. Probabilmente un freelance o un’agenzia non riusciranno a trasmettere i valori del brand quindi cerca di assumere una figura interna il prima possibile.
  • Advertising: Si tratta di tutte le attività che servono per portare traffico a pagamento nello shop. Se fatte da figure poco esperte possono portare pochi risultati e spreco di risorse. Affidare queste attività a figure interne permette di essere più reattivi e ottimizzare giornalmente le campagne tuttavia affidarle a figure esterne può essere una buona soluzione nella prima fase.

Impara a gestire le priorità

Ti faccio una premessa: tutte le attività sopra elencate possono essere svolte fin dal lancio di un nuovo e-commerce soprattutto se si ha budget e tempo. Tuttavia ci sono alcune attività che nella fase iniziale possono essere trascurate. Il motivo principale è che queste attività funzionano quando si hanno alti volumi di traffico e tanti utenti nel database cosa abbastanza difficile se si è ancora agli inizi.

Email Marketing

L’email marketing è una di quella attività. Riesce a portare molte conversioni ma bisogna avere un pubblico abbastanza grande a cui inviare le campagne. Se non hai mai fatto lead generation o hai un database con qualche decina di utenti le campagne di email marketing potrebbe non funzionare correttamente.

Marketing automation

La marketing automation è un’attività molto vasta e molto complessa. Permette di personalizzare l’e-commerce sulla base delle preferenze dell’utente e se fatta correttamente porta notevoli vantaggi. Questa attività, come tutte quelle ad apprendimento automatico, ha bisogno di tanti dati per rendere al meglio. Quindi se il tuo shop ha una media di visite mensili di almeno 50.000 utenti puoi fare a meno di questa attività. Tuttavia ricordati di configurare almeno l’automation dei carrelli abbandonati.

C.R.O.

Come per le attività citate sopra anche la Conversion Rate Optimization è un’attività che può essere saltata nella fase di lancio. Si tratta di una serie di attività che hanno l’obiettivo di migliorare il tasso di conversione dell’e-commerce e anch’essa necessita di grandi volumi di traffico. Inoltre i software necessari a questo tipo di attività sono molto costosi e con fatturati bassi potresti non essere in grado di ripagare l’investimento.

Spero di averti dato una panoramica di quali figure professionali sono necessarie per gestire tutte le operatività di un e-commerce e quali attività devono essere svolte.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *